Ungueali - Poliambulatorio Agresti Bologna

Terapia delle patologie ungueali

Le unghie sono degli annessi cutanei costituiti da una cheratina molto dura  (onichina) e sono indispensabili per la prensione delicata dei piccoli  oggetti. In condizioni fisiologiche la lamina ungueale presenta una  superficie liscia e brillante. Alla sua base vi è una zona semicircolare biancastra denominata «lunula» che corrisponde alla parte visibile  della cosiddetta matrice ungueale, da cui origina l’intera unghia. Le  cosiddette «unghie fragili» possono presentarsi con dei taglietti  verticali (onicoressi) o con uno sdoppiamento della lamina  (onicoschizia). Le unghie possono assumere una colorazione giallastra (xantonichia) in caso di onicomicosi, psoriasi o abuso di tetracicline. Una colorazione brunastra (melanonichia) si può osservare nelle onicodistrofie traumatiche, nella distrofia canaliforme di Heller, in alcune infezioni da muffe, nella melanonichia striata o longitudinale, nella malattia di Laugier e nel melanoma ungueale. La colorazione dell’unghia può apparire biancastra (leuconichia) in caso di infezione da lieviti e dermatofiti, o addirittura rossastra nell’onicopapilloma e nella malattia di Darier delle unghie (eritronichia o rubronichia).

Richiedi informazioni

I campi contrassegnati con “*” sono obbligatori